• Mivini staff

Velluto, presentato il vino di Albino Martinelli


Una serata tra amici, insolita, ma molto interessante, quella andata in scena presso il winebar "La Nicchia" introdotta da una presentazione fuori dal comune guidata da Tiziano Bianchi di SkyWine e TrentinoWine.info, fra i promoter dell'evento, che ha lanciato "Velluto" sotto un profilo legato all'esclusività delle scelte in chiave territorialità e ad una etichettatura coraggiosa. Velluto si presenta infatti con un vestito sobrio che fa del nome un forte legame con la zona di produzione ponendo invece in "secondo piano" la denominazione di origine del vitigno, quest'ultima apposta soltanto in retro etichetta. Velluto - brand del territorio alense - e Palazzo Pizzini, fra i simboli indiscussi della città del basso Trentino, regalano un approccio innovativo, che la casa vitivinicola di Chizzola ha scelto per il debutto del nuovo arrivato. La bevibilità di questo Marzemino - Trentino Doc - impressiona per la delicatezza ed il tannino non invadente. Note solite di questo vitigno - come i sentori erbacei - lasciano spazio ad un intenso profumo di frutta rossa, ciliegia in particolare. Rubino carico, equilibrato e di media acidità fanno di questo prodotto un interessante simbolo di questo territorio. Niente legno, solo acciaio, per una valorizzazione totale del buon lavoro fra i vigneti. La famiglia Martinelli per la produzione di Velluto si è avvalsa della consulenza di un giovane enologo, Flavio Cristoforetti, impegnato con la cantina Vivallis. Un profilo nuovo, per un azienda molto legata al territorio. Una scelta - a nostro avviso - azzeccata, curiosa e assolutamente da provare. "Velluto" sarà in degustazione anche nel weekend 8-9-10 luglio in occasione appunto di "Città di Velluto", manifestazione in programma fra le corti del centro storico di Ala.


0 visualizzazioni

© 2016 - created with Wix.com - to M.Z.