• mikzomer

Camminare Modigliana. Gente, vigne, storie

Aggiornamento: 7 set

Qualcosa si muove, in maniera intensa, qualcosa di profondo, qualcosa di radicato, senza nessuna forzatura. Modigliana è un territorio unico, capace di raccontare se stesso senza inventare nulla, mettendo in mostra qualità storiche, terroir, grazie ad un gruppo di vignaioli che sentono un radicamento territoriale forte, proprio come il forte legame fra il bosco e la vigna delle tre valli.

“Camminare Modigliana. Gente, Vigne, Storie” è uno splendido - consiglio vivamente la visione - docufilm sul territorio di Modigliana realizzato da FLATMIND Productions progettato da Giorgio Melandri, scrittore e produttore di vino, messo a punto per conto dell’associazione “Modigliana, Stella dell’Appennino” che riunisce sotto il proprio logo (in foto) 11 produttori. Un gruppo che ben ha inteso le qualità e l’originalità dei vini prodotti ai margini fra boschi e calanchi dell’entroterra romagnolo. Una storia con ancora tante pagine da scrivere ma che poggia su radici profonde ancorate su marne (argilla cementata con calcare o conchiglie) e arenarie (componente sabbiosa) che contraddistinguono l’eleganza e la longevità del sangiovese modiglianese.


Lo spezzone video della durata di circa un’ora è suddiviso in quattro parti: la storia, l’ambiente, lo stile dei vini e la responsabilità della comunità in ottica futura.


Il capitolo riservato alla storia di questo territorio è affidato a Gian Matteo Baldi fondatore assieme al padre dell’azienda Castelluccio, la prima in zona a pensare vini con l’idea di cru e riconoscibilità territoriale. Vini che ancora oggi rappresentano una icona del territorio romagnolo.


Interessante anche il racconto “fuori campo” di Paolo Trimani, titolare dall’omonima enoteca romana, che parla di questi sangiovese come vini che sprigionano freschezza, eleganza, complessità e longevità. Ricchi di caratteri di riconoscibilità, disinvolti, di grande beva. Vini non potenti, ma eleganti.


Vini che possono contare su acidità coraggiose e salate ed una identità estrema difficile da imitare.


Fra i più interessanti - all'interno della produzione video - l’intervento di Francesco Bordini, produttore e wine maker di Modigliana, secondo il quale i suoli sabbiosi permettono al sangiovese di esprimersi con mineralità e freschezza. Mettendo in risalto una nota salina davvero importante: il tutto in piena corrispondenza coi suoli appenninici di origine marina. Un perfetto mix fra altitudine, suolo e bosco: il tutto rispettato sapientemente da vignaioli custodi e amanti del proprio territorio.


LE VALLI DI MODIGLIANA

I cru di Modigliana possono essere sintetizzati dalle tre vallate, percorse dagli omonimi torrenti.


VALLE IBOLA

Qui i suoli sono prevalentemente composti da arenarie. Le viti sono coltivate a dai 300 ai 550 metri sul livello del mare in questa valle, la più fredda. Il sangiovese qui è verticale, presenta note verdi in gioventù e minerali in invecchiamento. Acidità e sapidità prorompenti.

VALLE TRAMAZZO

Terreni composti di marne e arenarie, più fertili delle altre valli. Questa vallata centrale - la più ampia - gode di una ventilazione importante ed i vigneti sono ubicati dai 200 ai 500 metri. Qui il sangiovese è maggiormente concentrato in olfatto e gusto: frutta rossa e tannino ben presente.

VALLE ACERRETA

Terreni di arenarie giallastre con una piccola quantità di calcare. Qui si respira maggiormente l’aria di collina in virtù di una altitudine di coltivazione minore che va dai 150 ai 300 metri sul livello del mare. Vini eleganti e molto longevi.

- Modigliana e le sue valli -


GLI 11 PRODUTTORI DI "MODIGLIANA, STELLA DELL’APPENNINO"


Casetta dei Frati

Castelluccio

Fondo San Giuseppe

Lu.Va.

Menta e Rosmarino

Mutiliana

Il Pratello

Pian di Stantino

Il Teatro

Torre San Martino

Villa Papiano


- CLICCA SUL NOME DELL'AZIENDA PER COLLEGARTI AL SITO WEB -

EVENTO STELLA DELL’APPENNINO 2022

"Stella dell’Appennino 2022" si terrà sabato 10 e domenica 11 settembre presso Borghetto di Brola, via dei Frati 6 - Modigliana (FC). L'evento patrocinato della Regione Emilia-Romagna è organizzato dall'Associazione Modigliana-Stella dell’Appennino che promuove la Doc Romagna con menzione geografica “Modigliana”.


Programma:

Domenica 11 settembre

Dalle ore 14 alle 19 banchi di assaggio aperti ai giornalisti e ospiti presenti.

Ore 16 Degustazione a tema “Carta Annate Modigliana” condotta da Walter Speller (jancisrobinson.com).



IL DOCUFILM

CAMMINARE MODIGLIANA. GENTE, VIGNE, STORIE.


SEGUI MIVINI.INFO su INSTAGRAM <-- CLICCA QUI


57 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti